Compagni

Compagni

Incontrarsi dopo quarant’anni di noi e
riacciuffare le trame briose di ieri
quando il colore di vispi e solerti
scolari intonava canti di gioia alla vita.

Eravamo compagni
immersi in un mitico evo.

Raccontarsi le storie che furono,
poi sorridere al bianco che avanza e
che tinge senza tregua le chiome,
sui visi favoleggiano lunghi sentieri.

Siamo stati compagni
dissetati da limpida fonte.

Ritrovarsi, adesso, in una comunione
di cuori, poi alzare all’unisono i calici
sul far della sera e brindare all’esistenza
che prosegue, incessante, il galoppo.

E, ancora, riabbracciarsi come fratelli,
in un tempo incantato, quasi sospeso, e
scoprire negli occhi che certi affetti
non sbiadiscono affatto al pallido sole.

Dopo, amabilmente parlare, parlare,
tra sorsi di passato,
tra morsi di ricordi,
tra bocconi d’auguri.

Siamo compagni e lo saremo fino alla notte
del giorno o allo stanco claudicare degli anni.

Gioacchino Di Bella
San Vito Lo Capo, 22 luglio 2017
©copyright Gioacchino Di Bella

Note dell’autore

Il componimento ” Compagni  ” , da me dedicato ai cari compagni della classe A ( di molti anni orsono ! ) delle Elementari ( Plesso “Giovanni Gentile” di Cappuccini in Salemi – TP – ), la cosiddetta ” Mitica A “, ha ottenuto, nel dicembre 2019, una MENZIONE D’ONORE nella 23ma edizione del TROFEO PENNA D’AUTORE 2019 indetto dall’Associazione A.L.I. di TORINO e la pubblicazione della medesima poesia premiata nella specifica antologia dedicata.