Floralia

La pagina del sito dedicata alla fotografia floreale.

Floralia è un contributo personale alla fotografia floreale.  

Mentre mi accingo alla creazione della pagina sopramenzionata, calano

nella mia mente, come le ombre puntuali della sera a coprire il teatro

del giorno, le soavi parole del sommo drammaturgo inglese :

” Nei ciuffi smeraldo, fiorisce il rosso,

poi, l’azzurro e il bianco;

come zaffiro, perla e splendido ricamo”.

( William Shakespeare )

Pochi sublimi vocaboli per originare un’atmosfera magica, sognante.

Così scriveva il grande poeta inglese e sulla scia delle sue suadenti parole

direi proprio che la malia che emana dai fiori ha da sempre avvinto e

avvincerà, fino alla fine dei tempi, i sensi dell’uomo.

Davvero, non vi è emozione più grande di quella che si origina

dall’immortalare le cromie indescrivibili dei doni gratuiti

che il Buon Dio ci ha dispensato a iosa e che noi definiamo

spicciativamente ” fiori “.

Floralia ” vuol essere un mio modestissimo omaggio a tale incomparabile

bellezza naturale al cospetto della quale si ammutolisce

la vana prosopopea degli umani.

Il vero fotografo ( ed io, ahimè, non lo sono ! ) sa bene tutto ciò

ed estasiato dai prodigiosi miracoli

di petali, corolle, stami e pistilli di ogni foggia, quasi a celebrarli

in una silente solennità, plaude alla dea Flora con applausi

quasi sacrali di…click !

Scatti e composizioni floreali.

Floralia ” è nata quasi da sé, sull’onda emotiva dell’avere

in mano una reflex Nikon.

La dea Flora torna dall’antica Roma ed è tra noi  a suscitare la fioritura

degli alberi da frutto, delle piantine del nostro giardino,

del prato primaverile, nelle nostre amene campagne,

delle rose appena recise e messe in vaso, lì, in soggiorno.

Davvero indicibile è l’emozione nell’immortalare i colori sgargianti

che Madre Natura ha profuso a piene mani in quelle sue manifestazioni

d’affetto, nei riguardi dell’uomo, che, dalla notte dei tempi, colorano

il nostro spazio vitale, il nostro campo visivo.

Un concentrato di bellezza che assaporiamo con i nostri sensi.

Poi, si crea quella sorta di estasi al cospetto del ripetersi

di un miracolo incredibile, quasi fosse il simbolo stesso 

del perpetuarsi della vita e dell’effimero dell’esperienza umana. 

Insomma, un impulso irrefrenabile che ha colto, coglie e forse coglierà

ancora l’occhio del fotografo ( ripeto, maldestro ed improvvisato,

in questo caso, come colui che adesso scrive ! ) e che si tradurrà

in ulteriori  esperimenti visivi.

Beh, maldestramente, ci provo anch’io…

( Scusate, ma la pagina potrebbe essere in aggiornamento…)

Gioacchino Di Bella

L’uso del testo e/o delle immagini contenute su questo sito,

sia per intero che parziale, senza previa autorizzazione è proibita.

Per ogni uso delle immagini e dei testi siete pregati di contattare

anticipatamente.


Il contenuto di questa pagina e tutti i contenuti del sito

https://gioacchinodibella.it ( testi, immagini ecc.)

sono di proprietà intellettuale dell’autore e

sono soggetti a ”Riproduzione Riservata”;

ne è quindi vietata, ai sensi della Legge 633/41, la riproduzione,

anche parziale, senza esplicita autorizzazione scritta.

Studio – imperfetto – sui fiori ( 2016 – 17 )