Un poster per la mia classe

UDA per la classe prima della Scuola secondaria di primo grado ( primo esempio )

Un primo esempio di UDA per la classe prima della Scuola secondaria di primo grado (ovviamente da contestualizzare)

Istituto Comprensivo Statale – denominazione Istituto – Città (provincia)

UN POSTER PER LA MIA CLASSE

  UNITA’ DI APPRENDIMENTO

FASE 1.
Titolo/DenominazioneUN POSTER PER LA MIA CLASSE
Anno scolastico2019/2020
PlessoIstituto Comprensivo Statale – denominazione Istituto – Città ( provincia )
ClassePrima
Discipline coinvolte e/o campi di esperienzeMATEMATICA-INGLESE-GEOGRAFIA-ARTE-FRANCESE-TECNOLOGIA E SCIENZE MOTORIE
Tempi di realizzazioneOTTOBRE – NOVEMBRE
Compito di realtàIdeare un poster con la composizione della classe con i propri dati biografici
Fase 2.
 
Competenze chiaveCompetenze disciplinari 2
COMUNICAZIONE NELLA LINGUA MADREScrive correttamente testi di diverso tipo adeguati a situazione, argomento, scopo, destinatario.
COMPETENZE DI BASE IN SCIENZA E TECNOLOGIAAnalizza e interpreta rappresentazioni di dati per ricavarne misure di variabilità e prendere decisioni.                                                                                                                                    Progetta e realizza rappresentazioni grafiche o info grafiche, relative alla struttura e al funzionamento di sistemi materiali o immateriali, utilizzando elementi del disegno tecnico o altri linguaggi multimediali e di programmazione anche collaborando e cooperando con i compagni                                                   
COMUNICAZIONE IN LINGUA STRANIERAInteragisce con uno o più interlocutori in contesti familiari e su argomenti noti. Scrive semplici messaggi rivolti a coetanei e familiari.
SPIRITO DI INIZIATIVA E IMPRENDITORIALITAPianificare e organizzare il proprio lavoro; realizzare semplici progetti.
COMPETENZE SOCIALI E CIVICHEA partire dall’ambito scolastico, assumere responsabilmente atteggiamenti, ruoli e comportamenti di partecipazione attiva e comunitaria.
COMPETENZE DIGITALIUtilizza i mezzi di comunicazione che possiede in modo opportuno, rispettando le regole comuni definite e relative all’ambito in cui si trova ad operare
Fase 2.0.
Analisi del target/classe.  

La classe 1°…. risulta essere composta da… alunni, di cui… maschi e… femmine.
Dall’osservazione diretta, dalle discussioni libere e guidate, dai risultati dei test d’ingresso, emerge che la classe dal punto di vista didattico si può suddividere in …  fasce di livello.

Segue descrizione dei livelli rilevati…

I docenti del Consiglio di Classe ritengono, alla luce di dette risultanze ed osservazioni sistematiche, opportuno redigere un eventuale Piano Didattico Personalizzato per gli alunni che dimostrano delle carenze nelle abilità linguistiche e logico – matematiche.
Il contesto di riferimento degli alunni è da considerarsi…, ma gli stimoli provenienti dalle famiglie possono ritenersi… in ordine alla strutturazione della loro personalità.
Dal punto di vista comportamentale, la classe dimostra di…; inoltre, è…. disciplinata o…. delle regole scolastiche.
Dalla somministrazione del questionario per la rilevazione degli stili di apprendimento emerge quanto segue: Area A: 0/0 uditivo; 0/0 cinestetico; 0/0 visivo non verbale ecc.
Fase 2.1.
AbilitàConoscenzeDiscipline
Scrivere testi di tipo descrittivo corretti dal punto di vista  morfosintattico, lessicale, ortografico, coerenti e coesi, adeguati allo scopo  e al destinatarioPrincipi di organizzazione  del discorso descrittivoItaliano
Utilizzare strumenti tradizionali (carte, grafici, dati statistici, immagini, ecc.) e innovativi (telerilevamento e cartografia computerizzata) per comprendere e comunicare fatti e fenomeni territoriali.

Orientarsi sulle carte e orientare le carte a grande scala in base ai punti cardinali (anche con l’utilizzo della bussola) e a punti di riferimento fissi.
Carte fisiche, politiche, tematiche, cartogrammi, immagini satellitari.

Funzione delle carte di diverso tipo e di vari grafici.

Elementi di base del linguaggio specifico delle rappresentazioni cartografiche: scale, curve di livello, paralleli, meridiani.

Concetti: ubicazione, localizzazione, regione, paesaggio, ambiente, territorio, sistema antropofisico …
Geografia
Rappresentare insiemi di dati, anche facendo uso di un foglio elettronico.Significato di analisi e organizzazione di dati numerici.Matematica
Ideare e progettare elaborati ricercando soluzioni creative originali.Elementi costituitivi l’espressione grafica.Arte e immagine
Accostarsi a nuove applicazioni informatiche esplorandone le funzioni e le potenzialità.  Strumenti e tecniche di rappresentazione (anche informatici)Tecnologia
Comprendere i punti essenziali di un discorso, a condizione che venga usata una lingua chiara e che si parli di argomenti familiari, inerenti alla scuola, al tempo libero, ecc.Lessico di base su argomenti di vita quotidiana.  Lingue straniere
Saper utilizzare l’esperienza motoria acquisita per applicarla in situazioni di studio o compiti dati.Elementi di igiene del corpo e nozioni essenziali di anatomia e fisiologiaScienze motorie
Fase 3 – Progettazione delle fasi dell’UdA
Fasi di lavoro: tempiCompiti reali Autentici Ideare un poster con la composizione della classe con i propri dati biograficiMetodologia e Strategie didattiche Organizzazione del lavoroStrumenti e ambiente
  I fase 3 settimane  Presentazione dell’attività del compito di realtà.

Divisione dei gruppi e dei ruoli specifici

Warm – up sui pre-requisiti relativi al lessico e alle funzioni comunicative.

Pair work.    
  Warm-up

Brainstorming

Cooperative Learning

Tutoring

Metodo induttivo/dedutt. analogico    

Procedure di Apprendimento   Interazione. Elaborazione. Realizzazione. Riflessione per l’autocorrezione.  
L’insegnante organizza l’attività:
-Lezione frontale; – lezione interattive/dialogate; -Lavori individuali e di gruppo;  


   
Strumenti/ materiali: Libri di testo Schede predisposte; Computer LIM Software       Ambiente: Aula; Aula di informatica.            
II fase 3 settimaneConsegna agli studenti e avvio dei lavori di gruppo:   Ricerca di informazioni e immagini (dal web e dai materiali cartacei offerti dai docenti)

Creazione della carta d’identità, compilarla e incollare le foto

Realizzazione dei prodotti finali
III fase 1 settimanaValutazione del prodotto. Autovalutazione degli studenti.
Fase 4 – La valutazione dell’UdA – tab. A
Fase di lavoroIndicatori Elenco di indicatori riferiti agli obiettivi/competenze Organizzazione: chi valutaStrumenti
Valutazione di processo   inizialeBaseintermedioavanzato I docenti coinvolti nella realizzazione dell’UdA    Osservazioni sistematiche e griglie di valutazione.      
Autonomia    
Relazione    
Partecipazione    
Responsabilità    
Fase 5 – Valutazione di prodotto  – tab. B
Fase finaleCompito di realtà: singolo studente   gruppi di lavoroChi valuta?

DOCENTI :   MATEMATICA E SCIENZE, ITALIANO E ARTE E IMMAGINE.

ALUNNI Autovalutazione della propria performance; gradimento delle attività  

Problem posing. Gli allievi iniziano il percorso di apprendimento sempre da una domanda/problema.

Interpretazione. Gli allievi fanno ipotesi e forniscono spiegazioni quanti/qualitative orali e, successivamente, scritte su quanto investigato. Il docente interviene con domande che favoriscano la connessione e l’interpretazione dei concetti, dei processi.

Interazione. Gli allievi confrontano il proprio pensiero con quello degli altri allievi del gruppo.

Elaborazione. Gli studenti confrontano le informazioni, ricavate dall’investigazione e discusse coi colleghi, con quanto già conoscono per sviluppare, per connettere e consolidare i concetti

Realizzazione. Gli studenti mobilitano le loro conoscenze per dare risposte al problema iniziale

Riflessione per l’autocorrezione. Gli studenti ricostruiscono il processo di costruzione dell’apprendimento. Individuano le difficoltà incontrate, rivisitano i loro comportamenti e atteggiamenti di fronte alle difficoltà